“In volo sulla terra del fuoco” di Roberto Bisa – Recensione

Un libro avvincente che trasporta il lettore in emozioni ed avventure incredibili, quelle vissute da Roberto Bisa durante la sua seconda avventura:
volare con un ultraleggero dalla base militare di Istrana (TV) alla città più a sud del mondo, Ushuaia.

Dopo il record precedente, dove Roberto in compagnia dell’amico Antonio ha raggiunto l’ Australia con un ultraleggero Texan, ecco un secondo viaggio, nuove avventure e nuove fantastiche emozioni.

Ad accompagnarlo e a garantire la buona riuscita del suo volo un velivolo prodotto dalla ditta friulana Fly Synthesis, un ultraleggero con prestazioni eccezionali e che in questa avventura ha dimostrato tutta l’affidabilità della struttura e del suo motore Rotax: il Syncro

Velocità di crociera: 230Km/h
Velocità di stallo: 64 Km/h
VNE: 295 Km/h
MTOW: 475.5 Kg
Apertura alare: 10.4 m

Per questa specifica avventura, come per la precedente, vista l’assenza di un passeggero e la necessità di volare  tappe estremamente lunghe, Roberto ha posizionato un ulteriore serbatoio da 100 litri, portando cosi l’autonomia a circa 11 ore.
Con una partenza memorabile presso il 51° Stormo di Istrana il 1° agosto inizia un viaggio che comporterà ulteriori 16 nazioni da attraversare, 155
ore di volo, 28 giorni, 2350 litri di carburante e 25.804 Km da percorrere, per arrivare il 27 agosto 2015 a toccare la Pista di Ushuaia.

“Non ci sono parole per descrivere in un articolo le emozioni che Roberto ha raccontato nel suo libro. L’unico consiglio che posso dare è :
leggetelo, lasciatevi trasportare dal racconto di quel sogno diventato realtà e record.”
Luca

 

Dopo due avventure come questa e quella in Australia, Roberto ha in mente altre avventure per il futuro?Per scoprire eventuali novità e per osservare ulteriori foto potete la sua pagina Facebook “Wings 4 Dreaming” cliccando qui

 

 

Author: Luca Ocretti

Rispondi